Ridurre gli sforzi con la tecnologia: la nuova frontiera della dell’hi-tech per le aziende 4.0

L’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) ha sviluppato un sistema robotico di arti sovrannumerari capace di far svolgere i compiti più faticosi con il doppio della forza e la metà dello sforzo agli operai.

“Il dispositivo è formato da un imbrago indossabile, simile a uno zaino, a cui sono agganciate due braccia dotate di mani robotiche che il lavoratore può usare per non affaticare spalla, gomito e polso ogni volta che deve sollevare pesi, compiere movimenti ripetitivi o usare strumenti che generano vibrazioni fastidiose. Alla vigilia della festa dei lavoratori, è proprio il rumore di un trapano ad annunciare l’avvio dei primi test del dispositivo nato dalla collaborazione tra i laboratori Hrii (Human Robot Interfaces and physical Interaction) e SoftBots (Soft Robotics for Human Cooperation and Rehabilitation), coordinati rispettivamente da Arash Ajoudani e Antonio Bicchi.”

I robot vengono sempre immaginati come degli esseri pericolosi con cui non è un sogno avere a che fare ma, al di là degli scenari apocalittici, queste nuove tecnologie sono viste come un’opportunità per migliorare la vita delle persone.

Un concetto quanto mai attuale nelle aziende che hanno indossato l’abito delle industrie 4.0 di cui Integraa si sta preparando a far parte grazie al suo team di ricerca e sviluppo che lavora costantemente per trovare soluzioni efficienti, tali da migliorare la vita delle persone ed aiutare clienti ed affiliati nel creare un mondo a misura di “homo novus”. Segui i nostri sviluppi e tieniti aggiornato sulle novità, seguirci sarà una vera scoperta!